Evolute Institute

Come scegliere un ritiro psichedelico che risponda ai tuoi valori e alle tue convinzioni personali

Indice dei contenuti

Vivere un'esperienza psichedelica può metterti in una posizione estremamente vulnerabile. Scegliere con saggezza le persone che ti guideranno e veglieranno su di te durante questa esperienza è quindi fondamentale. Questo non vale solo per evitare abusi e comportamenti scorretti, ma anche influenze (inconsce) sul sistema di credenze, valori e idee personali.

Fortunatamente, basta un po' di ricerca per scoprire cosa dovrebbero offrire i ritiri per garantire un'esperienza sicura: screening psicologico e medico, preparazione e integrazione adeguate, facilitatori esperti e qualificati, supervisione medica, solo per citarne alcuni. Ma oltre alla sicurezza e all'adeguata preparazione e integrazione, c'è molto di più da tenere d'occhio.

Lo spirito e l'etica del ritiro sono fondamentali

Quando cerchi l'organizzatore del ritiro giusto per la tua esperienza psichedelica, devi conoscere il suo "spirito e la sua etica". Con questo intendiamo il loro punto di vista sugli psichedelici, la religione, la scienza e la spiritualità (la parte "spirito"), ma anche il modo in cui interagiscono con i partecipanti e tra di loro, il linguaggio e i simboli che usano e il ruolo che si associano all'esperienza (la parte "ethos").

Ad esempio, lo spirito e l'etica di una cerimonia di Ayahuasca condotta da uno sciamano sono molto diversi da quelli di uno studio clinico in un ospedale. Mentre una delle due esperienze potrebbe essere discutibile in termini di standard etici e di squilibrio di potere, l'altra potrebbe mancare di una sensazione di calore e di connessione o di considerazione per tutto ciò che non rientra in una visione materialistica del mondo. Ma le cose si complicano ulteriormente.

L'alta suggestionabilità è un fattore importante

suggestionabilità durante un viaggio psichedelico

A causa dell'elevata suggestionabilità che accompagna un viaggio psichedelico, lo spirito e l'etica che informano la tua esperienza psichedelica potrebbero avere un impatto non solo sulla qualità dell'esperienza stessa, ma anche sulle tue convinzioni, sui tuoi valori e sul tuo punto di vista sul mondo. Questo perché potresti essere molto influenzato dalle credenze, dai valori e dai punti di vista delle persone che ti assistono. Anche se questi valori e convinzioni potrebbero non essere necessariamente espressi o proposti in modo esplicito. La musica che verrà suonata durante l'esperienza psichedelica, gli oggetti presenti (ad esempio un altare cerimoniale con cristalli, erbe, immagini, ecc.), le parole che ti verranno dette, ma anche il sistema di credenze generale delle persone che facilitano il tuo viaggio: tutti questi elementi hanno il potenziale di influenzarti, forse anche in modo permanente.
Oltre al problema della suggestionabilità, c'è anche il pericolo di romanticizzare e idealizzare le persone, il luogo e l'esperienza psichedelica stessa. In un articolo di Timmermann et al. del 2020 si sostiene che

"(...) le caratteristiche specifiche delle esperienze psichedeliche possono agire come un'arma a doppio taglio. Se da un lato può portare a benefici terapeutici, dall'altro la capacità degli psichedelici di indurre ipersuggestionabilità come sentimenti di riverenza e rivelazione potrebbe portare a effetti problematici in assenza di linee guida etiche che ne regolamentino l'uso, soprattutto se si considera la distinzione labile tra persuasione accettata e forzata". (Timmermann et al., 2020).

Le persone che si trovano in una posizione di vulnerabilità già prima di partecipare al ritiro rischiano in particolare di essere (non) consapevolmente influenzate dallo spirito e dall'etica di un ritiro. Spesso si tratta di persone che hanno appena affrontato importanti cambiamenti di vita come divorzi, disoccupazione, lutti o che hanno gravi problemi di salute (mentale) e sono alla disperata ricerca di qualcosa - o qualcuno - che li salvi dalla loro sofferenza. Più sei vulnerabile, più devi stare attento.

Come puoi conoscere lo spirito e l'etica dell'organizzatore del ritiro

Ma come si fa a scoprire lo spirito e l'etica di un ritiro prima di parteciparvi?

La maggior parte dei fornitori di servizi di ritiro ha un sito web o almeno utilizza i canali dei social media. Se non sono disponibili informazioni pubbliche su di loro, dovresti chiederne il motivo. Il modo in cui parlano pubblicamente non solo dei loro ritiri ma anche degli psichedelici in generale potrebbe già darti un'idea dello spirito e dell'etica del ritiro. Alcuni gestori di ritiri hanno linee guida e valori etici o si sono impegnati a rispettarli con organizzazioni esterne, come ad esempio L'impegno etico di North Star o il Codice di condotta della Gilda delle Guide

Naturalmente, un sito web scintillante e un impegno formale non sono una garanzia e devi assolutamente scavare più a fondo. Ti consigliamo di chiedere una telefonata esplorativa - idealmente con qualcuno che sarà presente anche durante il ritiro - in cui potrai fare le tue domande e scoprire di più sullo spirito e l'etica dell'associazione.

Per renderti le cose più semplici, condividiamo alcune cose che puoi chiedere e a cui puoi prestare attenzione e come le gestiamo nei nostri ritiri a Evolute:

Qual è la loro visione della religione, della spiritualità e della cultura?

La domanda più ovvia è se il ritiro promuove o è legato a una certa religione, a un percorso di spiritualità o a un background culturale.

Gli psichedelici sono stati consumati per migliaia di anni per diversi scopi rituali. Venivano utilizzate per avviare i giovani membri della comunità all'età adulta, per guarire le persone dalle malattie o per scacciare - ma anche evocare - gli spiriti maligni. Gran parte di questa saggezza è andata perduta, ma esistono ancora popolazioni indigene che praticano l'uso sacro delle piante psichedeliche. Non è raro che queste tradizioni vengano "esportate" in altre parti del mondo e offerte alla popolazione. Basti pensare ai ritiri clandestini di Ayahuasca nelle periferie di quasi tutte le principali città europee. Questo non solleva solo questioni di appropriazione culturale, ma anche la domanda se queste tradizioni facciano più male o bene quando vengono strappate dal loro contesto culturale. Ciò che potrebbe essere utile per chi vive in una tribù indigena nella foresta pluviale peruviana potrebbe non essere necessariamente altrettanto utile per chi vive nella città di Londra. Quindi, devi essere consapevole del contesto religioso, spirituale e culturale del ritiro. A quali idee religiose o spirituali si rivolge? Risuonano con te? I facilitatori hanno un background culturale simile al tuo? E sono adeguatamente formati nella tradizione che affermano di promuovere?

All'Evolute Institute progettiamo i nostri programmi e ritiri in modo che rispondano alle esigenze e alle aspettative di persone che sono state socializzate nelle cosiddette parti occidentali del mondo - proprio come il nostro team. Inoltre, cerchiamo di essere aperti ma neutrali quando si tratta di questioni di fede o spiritualità. Crediamo che l'approccio più etico sia quello di non promuovere attivamente alcun credo specifico. Tuttavia, questo non significa che non ci sia spazio per ciò in cui i nostri partecipanti credono. Invitiamo i partecipanti a entrare in contatto con le loro convinzioni personali, e possibilmente anche a metterle in discussione, in diversi momenti dei nostri ritiri. Ma ci asteniamo dal promuovere opinioni o dogmi particolari. Detto questo, non esiste una neutralità pura e ovviamente abbiamo una certa visione del mondo che non rimane invisibile ai partecipanti. Crediamo, ad esempio, nell'autonomia personale e incoraggiamo i partecipanti ad assumersi la responsabilità delle proprie azioni. Ci ispiriamo non solo alla psicologia moderna ma anche a diverse tradizioni di saggezza: Ad esempio, alcuni dei nostri esercizi e anche alcune poesie sono legati al Tao, alle tradizioni buddiste e yogiche. Tuttavia, siamo consapevoli che i messaggi che vengono trasmessi attraverso di essi non sono diretti e lasciano spazio a diverse interpretazioni, a seconda delle convinzioni personali di ognuno.

Qual è il loro punto di vista sulla scienza?

Sono consapevoli e comunicano le ricerche scientifiche sull'uso, i benefici e i rischi degli psichedelici? Sono in grado di educare criticamente i partecipanti al riguardo?

Per noi di Evolute Institute, la scienza rappresenta il modo più promettente per comprendere le esperienze psichedeliche, il loro uso, i benefici e i rischi in un modo che può essere misurato e analizzato. Inoltre, può aiutarci a evitare l'aggiramento spirituale e altre scorciatoie, pregiudizi ed evitamenti. Per essere chiari: la scienza non ha certamente tutte le risposte, ha i suoi punti ciechi e i suoi limiti - e ci sono molte cose che non può (ancora) spiegare sulle esperienze psichedeliche. Ma questo non significa che il piccolo che sappiamo che non ha importanza. Utilizziamo una serie di approcci diversi supportati empiricamente per creare un contenitore sicuro, efficace e caloroso per i nostri partecipanti. Il nostro team medico e psicologico fa del suo meglio per rimanere al passo con le più recenti ricerche accademiche sugli psichedelici, soprattutto quando si tratta di potenziali controindicazioni o altri rischi associati all'uso degli psichedelici.
È inoltre importante per noi educare i nostri partecipanti sui meccanismi di base degli psichedelici.

in modo che siano consapevoli di ciò per cui stanno cantando.

Qual è il loro punto di vista sugli psichedelici e sulle esperienze psichedeliche?

Che significato attribuiscono i facilitatori del ritiro alle sostanze psichedeliche e alle esperienze psichedeliche? Credono che le sostanze psichedeliche possano guarire? Portano messaggi dagli dei o dalle piante? Sono riflessi del nostro inconscio? Oppure sono semplicemente casuali?

Noi di Evolute Institute crediamo che le sostanze psichedeliche siano strumenti potenti in grado di creare uno slancio unico per la crescita personale e il benessere. Ma siamo convinti che per ottenere questo risultato sia necessario molto di più. Lo slancio deve essere incanalato verso cambiamenti sostenibili nel comportamento e nell'atteggiamento, tutti aspetti su cui è necessario lavorare. dopo l'esperienza. Nessuna delle sostanze psichedeliche è una pillola magica e anche se molte persone desiderano una medicina che risolva finalmente tutti i loro problemi, noi siamo assolutamente convinti che questo potrebbe rimanere sempre un sogno irrealizzato. Non ci può essere una crescita personale o un benessere sostenibile senza una partecipazione attiva e consapevole. Ecco perché l'integrazione è una parte così importante del nostro programma. Per questo facciamo del nostro meglio per evitare che i partecipanti si uniscano a speranze e aspettative irrealistiche, ma allo stesso tempo sottolineiamo l'importanza della responsabilità e dell'autorealizzazione come processo. Per noi, gli psichedelici non forniscono le risposte a tutte le nostre domande. Ma forniscono alcuni spunti di riflessione che possiamo utilizzare per la nostra crescita e il nostro benessere.

Per quanto riguarda le esperienze psichedeliche in sé, nessuno può prometterti cosa otterrai. Possono essere rivelatrici, iniziatiche e rigeneranti, ma anche inquietanti, spaventose e deludenti - a volte tutto questo nello stesso viaggio. Inoltre, possono essere molto diversi per ognuno e non tutti possono trarne beneficio allo stesso modo. Non pensiamo che tutti ottengano necessariamente ciò di cui hanno bisogno (chi ha "bisogno" di soffrire per 6 ore di fila in un ambiente non sicuro e senza un adeguato supporto?) ma crediamo che sia possibile dare un significato a qualsiasi esperienza.

Accettiamo anche il fatto che alla fine nessuno sarà in grado di dirti con certezza se ti è stata mostrata una verità sconosciuta, una metafora o qualcosa di casuale - o forse tutte e tre le cose. Ma questo non significa che non possiamo fornire una guida quando si tratta di dare un senso a un'esperienza. Riteniamo che sia nostra responsabilità aiutare i partecipanti a stabilire un rapporto sano con la loro esperienza e ad evitare alcune insidie come prendere le immagini delle esperienze psichedeliche troppo alla lettera o assegnare all'esperienza o alla sostanza un'autorità eccessiva quando si tratta di decisioni importanti per la vita. Solo tu puoi dare un significato alla tua esperienza. Ma riteniamo che sia importante essere aperti a diverse interpretazioni e assumersi la responsabilità delle conseguenze delle proprie decisioni.

Qual è l'autopercezione del team?

Come si etichettano? Quali sono i ruoli che il team si assegna nel processo? Quali sono le loro responsabilità?

Noi di Evolute Institute ci consideriamo facilitatori e allenatori. Abbiamo il compito di guidare i nostri partecipanti attraverso un processo strutturato di preparazione, immersione e integrazione e di sostenerli con le nostre conoscenze e competenze. Siamo particolarmente attenti a non essere considerati "guaritori" o "sciamani". Non ci riteniamo in grado di curare gli altri o di avere speciali poteri di guarigione. Come facilitatori professionali creiamo spazi in cui lo sviluppo personale può avvenire, ma si tratta della disponibilità di ogni persona a fare il lavoro interiore e dell'intelligenza innata del suo sistema che si muoverà verso l'elaborazione, il ripristino e l'integrazione quando le condizioni sono giuste. Facciamo del nostro meglio per creare le giuste condizioni, gestire abilmente lo spazio e fornire un supporto in sintonia quando è appropriato e necessario, ma scoraggiamo l'idealizzazione o la proiezione verso di noi come "guaritori".

Qual è il rapporto tra i partecipanti e i facilitatori del ritiro?

In che modo i facilitatori incontrano i partecipanti? Sei considerato un ospite (come in un ritiro di benessere), un partecipante (come in un programma o in una formazione), un paziente (come in una clinica), un ricercatore (come in un sangha spirituale) o un richiedente (come in un programma educativo)? Hai il diritto di dire no e di ritirarti? E ci sono dei limiti e delle linee guida?

All'Evolute Institute abbiamo delle linee guida interne su come interagire con i partecipanti durante e dopo il ritiro. Incontriamo le persone che partecipano ai nostri ritiri come ospiti e come partecipanti. Come ospiti, perché consideriamo nostra responsabilità il fatto che tutti si sentano a proprio agio durante l'intero programma. Cerchiamo di far sentire tutti benvenuti, ma rispettiamo anche la loro privacy. E li incontriamo come partecipanti (attivi) perché crediamo che l'esperienza del ritiro si crei grazie alla partecipazione di tutti e non solo alla nostra animazione. Tuttavia, i nostri partecipanti sono sempre in prima linea quando si tratta del loro processo e della loro partecipazione. Nessuno viene spinto a partecipare a nessuna parte del ritiro e c'è sempre la possibilità di saltare una sessione, compresa l'esperienza psichedelica.

Anche se non abbiamo un rapporto terapeuta-cliente, abbiamo linee guida etiche simili. Soprattutto per quanto riguarda il tocco di sostegno durante la sessione, ma anche le relazioni romantiche o sessuali, che sono vietate tra i partecipanti e i facilitatori in qualsiasi momento, anche dopo il ritiro. A causa del rischio di suggestionabilità e idealizzazione, manteniamo una distanza professionale dai partecipanti, pur essendo disponibili in caso di necessità. Vogliamo che i partecipanti si concentrino su se stessi, sui loro processi interiori e sulla loro connessione con gli altri partecipanti.

Quali sono le dinamiche di potere all'interno del team?

Chi prende quando e che tipo di decisioni? Il potere è accentrato in una sola persona o è diviso tra più persone? E chi li supervisiona? Hanno una figura simile a un guru?

All'Evolute Institute, i nostri gruppi di ritiro sono solitamente composti da 4-5 facilitatori che si alternano nella conduzione delle diverse sessioni del ritiro. La maggior parte delle decisioni riguardanti i partecipanti viene presa all'interno del team. Durante l'esperienza psichedelica dei partecipanti, le responsabilità principali spettano al responsabile del cerimoniale, ma tutti sono ugualmente impegnati a mantenere lo spazio e a sostenere i partecipanti. Abbiamo linee guida interne e sessioni di briefing e debriefing per fornire spazio e tempo per discutere le diverse opinioni e valutare la nostra interazione reciproca e con i partecipanti.
Il nostro responsabile cerimoniale partecipa alle interviste tra pari e ha la supervisione di due esperti esterni. Un supervisore esterno è disponibile anche per i processi di gruppo.

Che linguaggio usano e dove si trova l'agenzia?

Il linguaggio può plasmare il nostro modo di pensare e di percepire la realtà. Per questo motivo è importante il linguaggio che un fornitore di ritiri utilizza sul suo sito web, sui suoi canali di social media e quando parla con te. Può rivelare molto del loro spirito e della loro etica. Ad esempio, sta usando un linguaggio che cerca di essere neutrale e descrittivo o ha delle convinzioni, dei valori e delle promesse?

Noi di Evolute Institute cerchiamo di essere il più neutrali e descrittivi possibile. Evitiamo parole come "medicina" o "entheogeno" e usiamo invece "sostanza", "tartufo" o "psilocibina". L'espressione "entheogen" potrebbe far pensare alla promessa di incontrare Dio, mentre "medicina" potrebbe suggerire che si può stare meglio semplicemente assumendo "la medicina". A nostro avviso, questo pone troppa enfasi sulla sostanza psichedelica e troppo poca sulla persona che la assume. Per noi, le sostanze psichedeliche sono strumenti potenti che le persone possono assumere in modo consapevole e responsabile per sostenere il proprio processo e il proprio lavoro interiore.

"Guarire" o elaborare, ripristinare e integrare?

Per ragioni molto simili, siamo molto cauti nell'usare la parola "guarigione". Innanzitutto, perché presuppone che una persona sia danneggiata o incompleta, ma anche perché contiene una promessa che crediamo non possa essere realizzata con la semplice assunzione di una sostanza psichedelica. Anche se un'esperienza psichedelica può avere un effetto salutare (cioè può sostenere le persone nel loro viaggio verso l'interezza), preferiamo le parole "elaborare", "ripristinare" o "integrare". A nostro avviso, queste parole riflettono meglio il potenziale degli psichedelici, in combinazione con la responsabilità personale nel mantenere ciò che è stato sperimentato o "acquisito".

Infine: Fai le tue ricerche

Naturalmente, queste sono solo alcune delle cose da tenere d'occhio e potrebbero esserci molti altri argomenti importanti per te. Ma pensiamo che con le domande di cui sopra ti abbiamo dato qualcosa da cui partire. Ci auguriamo che tu possa trarre da questo articolo l'idea che lo spirito e l'etica di un ritiro assistito da psichedelici siano importanti. E che non dovresti affidarti alle informazioni condivise su un sito web o su un canale di social media. Cerca invece una conversazione con le persone che ti guideranno. Scopri il loro spirito e la loro etica e valuta tu stesso se sono in sintonia con te o meno.

Chi conosci Chi altro potrebbe essere interessato a questo post?
Condividi via
Iscriviti alla newsletter di insights
Circa una volta al mese
Una lampadina che rappresenta le intuizioni del blog
Una lampadina che rappresenta le intuizioni del blog

Fai progredire la tua ricerca di crescita e di miglioramento del benessere

Iscriviti alla conferenza in diretta dell'esperto Evolute

Idee innovative di pensatori di spicco in conversazione con i nostri ospiti di Evolute. Ottieni spunti unici per il tuo percorso di crescita personale, professionale e spirituale. Gratis.

Iscrivendoti accetti di ricevere comunicazioni da Evolute Institute. I tuoi dati non saranno condivisi con terze parti.

"Quando lascio andare ciò che sono, Divento ciò che potrei essere".

- Lao-Tzu

Ricevi approfondimenti e aggiornamenti sugli eventi da Evolute Institute